Quale è la lunghezza ideale dei contenuti su Facebook?

Il pubblico di Facebook è tornato ad apprezzare maggiormente i messaggi immediati e coincisi. Ci stiamo sempre più abituando a social network come Instagram, dove il copy perde quasi totalmente la sua importanza e lascia che siano le immagini il fulcro della comunicazione.

La comunicazione visiva è molto più efficace di quella verbale, poiché arriva subito al punto e suscita una emozione che rimane maggiormente impressa nella mente del utente.

Lo dice anche Jeff Bullas…

Uno studio di Jeff Bullas ha dimostrato che i post organici composti da copy da 1 a 80 caratteri risultano più accattivanti degli altri: è stato registrato un engagement del 66% in più rispetto a quelli di una lunghezza superiore agli 80 caratteri.

Questo dato può essere giustificato in due modi:

  1. Quando un copy è troppo lungo, Facebook non lo mostra per intero ma invita gli utenti a cliccare sul “…Continua a leggere”, uno sforzo ulteriore che non tutti sono disposti a fare. Ogni volta che chiedete al vostro audience di fare un’azione in più, una buona percentuale di pubblico perde interesse nel vostro contenuto.
  2. La seconda ragione è invece riconducibile al fatto che la maggior parte degli utenti accedono a Facebook con lo scopo di intrattenersi e non di fare particolari sforzi cognitivi per recepire contenuti che inducono a riflettere o usano un modo troppo articolato per trasmettere messaggi semplici.

Contenuti a pagamento

Per quanto riguarda i contenuti a pagamento i numeri si riducono drasticamente. Un contenuto sponsorizzato dovrebbe avere una headline di cinque parole e una descrizione di 18, mentre per quanto riguarda il copy del post, non deve superare le 14 parole. Oltre all’essere concisi, la raccomandazione è sempre quella di risultare comprensibili (per tutti e non solo per gli addetti ai lavori), e quindi evitare espressioni gergali e l’uso della forma passiva.